Sono giorni non semplici, imprevisti ed imprevedibili, che forse possiamo aver “vissuto” solamente nella lettura di qualche romanzo di pseudafantasia.
Ai nostri nonni, padri fu chiesto di andare al fronte per un presunto bene del Paese, a noi è chiesto, invece, di restare a casa, ma, questa volta per la certa, stessa ragione.

Ovviamente non tutti possono farlo in quanto esistono lavori e professioni per i quali è chiesto l’esatto contrario.
Non si tratta di eroi, ma solamente di donne e uomini che semplicemente applicano il loro sapere nel loro lavoro quotidiano, ieri come oggi, con lo stesso impegno, dedizione e passione, con la sola differenza che oggi i numeri a cui è rivolto il loro lavoro sono esponenzialmente lievitati.
Tuttavia se il Coronavirus ha modificato il nostro abituale modo di essere, mutato usi ed abitudini del nostro quotidiano, ci sono attività che, ogni giorno, non possono fermarsi.
Ciascuno è un un’ingranaggio che fa parte di un complesso e nel suo insieme permette di far funzionare tutto il sistema.
Se sul palcoscenico siamo soliti vedere gli attori principali a recitare, ciò avviene perché una svariata moltitudine di persone lavora dietro alle quinte, diversamente lo spettacolo non potrebbe aver luogo.

La Croce Rossa di Asti con i suoi Volontari, dipendenti e servizio civile, continua a svolgere le abituali attività di ogni giorno, dall’emergenza sanitaria 118, al trasporto dializzati, dalle dimissioni ospedaliere e trasporti intra-ospedalieri, dalle attività di protezione civile all’assistenza ai senza fissa dimora ecc.
A tutte queste si sono affiancate quelle che in questo momento si sono rese necessarie per far fronte alle misure di contenimento contro questa infezione: un servizio di spesa, farmacia e di beni di prima necessità al domicilio per i quali è possibile contattare il numero 0141417756 o 3512152530 oppure inviare un mail a distribuzione@criasti.it e concordare con i nostri operatori la consegna a casa tramite i nostri Volontari.